TELEFONO: 0733 645643    FAX: 0733 646623
Trasporto e scarico
Per quanto riguarda il trasporto dei rifiuti l'azienda è autorizzata al trasporto di rifiuti per le categorie 2;4;5 classe D al n. AN902/O/S del 14.02.06 e classe 1D
Trattamento rifiuti RAEE
La Puli Ecol è specializzata nello smaltimento di rifiuti RAEE di categoria R1, R2, R3, R4, overro da piccoli elettrodomestici, fino ad arrivare a monitor a tubo catodico, frigoriferi e condizionatori.
Consulenza
Grazie all'esperienza maturata nel settore, la Puli Ecol SRL è in grado di fornire assistenza specifica per aziende, enti e pubblica amministrazione riguardo la gestione del ciclo dei rifiuti prodotti.
Trasporto dei rifiuti
I veicoli con i rifiuti si posizionano nella sezione di riferimento, posta ad una certa distanza dall’ingresso per evitare intralci, dove si procede con la pesa e l’accettazione a norma di legge quindi alla verifica amministrativa dei formulari (FIR), l’attribuzione del codice CER e l’ispezione visiva. In prossimità della pesa abbiamo collocato un rilevatore geiger, in conformità alle disposizioni del D.Lgs 151/2005, il cui funzionamento prevede di segnalare tramite spie luminose e sonore la presenza di materiali con una certa emissione di radiazioni alfa, beta e gamma all’interno del carico. I mezzi in entrata ed uscita dallo stabilimento vengono pesati e registrati dal personale che provvede al controllo della tipologia e alla verifica della regolarità dei documenti di trasporti.
Scarico e cernita
Lo scarico dei rifiuti avviene nella parte posteriore del capannone e solo dopo aver posizionato il cassone a terra viene aperto e svuotato. Qualora per motivi aziendali si decida di non precedere direttamente allo scarico, il cassone ancora pieno verrà posizionato sotto una tettoia o coperto con teloni per evitare che entri in contatto con le acque meteoriche e per minimizzare la vista dei rifiuti. Dopo lo scarico si passa all’operazione di cernita dei rifiuti che risulta essere piuttosto lenta, poiché si prevede la selezione manuale dei rifiuti, il loro temporaneo accatastamento ed il trasporto all’interno dell’opificio. Questo è il primo trattamento che riserviamo ai rifiuti ed ha fondamentale importanza per la scelta della linea di trattamento e la tipologia in cui inserirli. La selezione viene fatta manualmente e con muletti meccanici e gli incaricati prestano particolare attenzione affinché non si rompano o disperdano materiali pericolosi per l’ambiente.
Messa in sicurezza
Questa fase consiste in tutte quelle operazioni necessarie a rendere i rifiuti sicuri e pronti per i passaggi successivi. La prima cosa da fare è rimuovere tutti i fluidi, i preparati e i componenti pericolosi contenuti nel bene dimesso, poi saranno analizzati nel dettaglio per le specifiche operazioni in linea con il tipo di raggruppamento.
Raggruppamento R1 - freddo e clima
All'interno della categoria R1 confluiscono due grandi tipologie di rifiuti contenenti sostanza lesive per l'ozono: frigoriferi, surgelatori e congelatori da una parte e condizionatori dall'altra. Le due tipologie anche se differenti per modalità di smontaggio, per componenti pericolose, per materiali recuperati e per operazioni di messa in sicurezza, subiscono un trattamento simile e vengono usate le stesse tecnologie impiantistiche.
Raggruppamento R2 - grandi bianchi
Per questa categoria è prevista una diversa procedura. Innanzitutto si cerca di recuperare il più possibile dai vecchi apparecchi quindi si separano i cavi e le parti in PVC, nonché le parti elettriche, le pompe, i motori, il cestello e il contrappeso in cemento. Si passa così al controllo e al collaudo affinché si verifichi il funzionamento e le eventuali disfunzioni.
Raggruppamento R3 - tv e monitor
Televisori e monitor sono separati dalle altre apparecchiature elettroniche poiché le polveri fluorescenti all'interno dei tubi catodici richiedono un trattamento particolare. Le parti recuperabili quali plastica o le carcasse esterne, alluminio della fascia di tenuta dello schermo, metalli ferrosi e non, cavi elettrici vengono stoccati in appositi contenitori ed avviati al recupero; i componenti pericolosi come i condensatori vengono stoccati ed avviati allo smaltimento.
Raggruppamento R4 - piccoli elettrodomestici
I rifiuti informatici vengono portati dentro l'opificio e posizionati sul banco di lavorazione. Vengono quindi smontati in tutte le parti componenti per facilitare l'eventuale recupero di cavi in rame o materie plastiche. Per lo smaltimento invece interessano solo gli accumulatori non recuperabili, gli interruttori a mercurio e altre frazioni non riciclabili.
Consulenza per aziende e pubblica amministrazione
La Puli Ecol SRL è in grado di fornire assistenza riguardante il ciclo completo dei rifiuti prodotti, ad aziende, enti e pubbliche amministrazioni, tramite personale altamente qualificato. La nostra consulenza è mirata e specifica per ogni categoria del settore, dalla produzione all'intermediazione, ai trasporti, ai recuperi e allo smaltimento.

Alcuni dei servizi proposti sono:
- corretta catalogazione CER per i rifiuti
- smaltimento per uffici informatici
- corretta tenuta del registro di carico e scarico
- gestione dettagliata dei rifiuti RAEE
- intermediazione dei rifiuti non trattabili
- corretta procedura ai fini dello smaltimento